La nuova disciplina pubblicitaria per le start-up e PMI innovative


Forniti chiarimenti sulla nuova disciplina pubblicitaria per startup innovative, incubatori certificati e PMI innovative (Ministero dello Sviluppo Economico – Circolare 10 aprile 2019, n. 3718/C).

nello specifico, alle startup innovative, dal 2019, è richiesto di aggiornare o confermare almeno una volta all’anno le informazioni (data e luogo di costituzione, nome e indirizzo del notaio; sede principale ed eventuali sedi periferiche; oggetto sociale; ecc…) inserite nella piattaforma informatica startup.registroimprese.it in sede di iscrizione nella sezione speciale del registro delle imprese.
La mancata compilazione del profilo comporta un blocco della procedura della Comunicazione Unica per il deposito presso l’Ufficio del Registro delle Imprese della dichiarazione del legale rappresentante che attesta il mantenimento del possesso dei requisiti previsti di legge, e quindi la perdita dello status speciale di startup innovativa nel caso si superi la scadenza dei 30 giorni dall’approvazione del bilancio e comunque dei sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, salva l’ipotesi del maggior termine, nel qual caso l’adempimento è effettuato entro sette mesi.
Il deposito del bilancio o per lo meno l’approvazione del medesimo rappresenti condicio sine qua non per la redazione della dichiarazione di conferma del possesso dei requisiti. Peraltro il preventivo deposito del bilancio consente al registro delle imprese di verificare la bontà dei requisiti confermati con la ridetta dichiarazione. Analogamente la compilazione, nell’ambito della Comunicazione Unica per il deposito della dichiarazione relativa ai requisiti di startup innovativa, delle informazioni relative ai dati, è condicio sine qua non per consentire all’Ufficio del Registro delle Imprese la dovuta istruttoria.